Zioba de Meza Quaresima


Il “Zioba de Meza Quaresima” (Giovedì di metà quaresima), trae origine da un’altra tradizione contadina, sempre rivolta al propiziare la stagione fertile e a scacciare gli ultimi fantocci dell’inverno. Ed è proprio bruciando due fantocci raffiguranti due vecchi, i veci quindi, che la tradizione continua ancora oggi. Prima di venire bruciati però, i due lasciano un testamento, nel quale in rima sbugiardano tanti personaggi del paese circa le loro “malefatte”.

Lo staff che sta dietro a questa manifestazione, oltre a scrivere ogni strofa del testamento interamente in rima ed in dialetto veneziano, crea sul palco ogni anno una ambientazione sempre nuova, complice l’inventiva dei più giovani che hanno nel tempo perfezionato le loro tecniche teatrali e video. La produzione di questi ultimi, infatti, è diventata elemento di grande attrattiva all’interno delle spettacolo, con la riproposizione di molte parodie da loro ideate circa spot conosciutissimi, o delle sigle ogni anno sempre divertenti. Per questo, è nato un gruppo di ragazzi all’interno dell’Associazione stessa, la Altercut Production, che collabora al successo di questo tradizionale Testamento.

Guarda qui tutti i video.